Il 24 giugno scorso, presso il Senato, Studi e ricerche per il mezzogiorno ha presentato un nuovo studio sullo sviluppo e la competitività dei porti meridionali.
A causa di ostacoli di natura amministrativa, procedurale e burocratica queste infrastrutture non riescono a raggiungere quell’efficienza divenuta, nei nuovi scenari che si delineano per effetto della crisi, un importante driver di sviluppo.

I porti del Mezzogiorno, infatti, devono crescere sì sotto il profilo infrastrutturale, ma anche sul piano dell’operatività.
L’evento ha costituito un momento di confronto tra i protagonisti del settore, delle istituzioni, della finanza e dell’economia per evidenziare le condizioni affinché il sistema portuale del Sud d'Italia possa rappresentare una risorsa per la crescita economica del Mezzogiorno e dell’Italia intera.

Per maggiori informazioni e per scaricare l'abstrat dello studio