Si segnala una recente sentenza della Corte Corte Cosituzionale secondo cui  la disciplina statale in materia di tutela delle acque deve essere ascritta all'area delle riforme economico-sociali, sia per il suo "contenuto riformatore", sia per la sua "attinenza a settori o beni della vita economico-sociale di rilevante importanza".

Registrati per leggere il seguito...