Secondo l'ultimo rapporto sulla mobilità sostenibile di Euromobility, nelle principali 50 città italiane, continuano ad affermarsi nel 2016 i servizi di car sharing “a flusso libero”, quello cioè in cui il prelievo e la riconsegna delle autovetture possono avvenire in qualsiasi punto all’interno dell’area prevista dal servizio e, in quasi la metà delle città analizzate ( 22 su 50) si registra una riduzione dell’offerta di trasporto pubblico rispetto all’anno precedente.

Registrati per leggere il seguito...